Colonproctologia

Colonproctologia

La colonproctologia è quella branca della medicina che si occupa delle malattie del colon (intestino crasso), del retto e dell’ano. Questa scienza si è evoluta in modo molto rapido e imprevedibile negli ultimi 20 anni, al punto di diventare una vera e propria specializzazione riconosciuta anche a livello universitario in molti Paesi del mondo (purtroppo, non ancora in Italia).Questo grazie anche alle scoperte in campo fisiologico e genetico, come pure al miglioramento delle tecniche e degli strumenti chirurgici, che hanno consentito di conservare la funzione sfinterica nella maggior parte dei casi di resezione rettale, al punto che gli interventi mirati a preservare la continenza sono diventati un’icona di questa specialità.

Il coloproctologo è quindi il medico che si occupa degli aspetti medici, chirurgici ed endoscopici delle Malattie del Colon  e delle Malattie del Retto-Ano.

Proctologia

La proctologia comprende lo studio e la cura delle patologie del retto, del canale e del margine anale. Si tratta di affezioni varie e di diversa importanza clinica, dalle emorroidi e le ragadi fino alle gravi forme neoplastiche.

La proctologia non dovrebbe piu’ essere vista come una branca secondaria della chirurgia gastroenterologica. I progressi compiuti nel campo della tecnica chirurgica, dell’anestesia (sia locale che generale) e nell’ambito organizzativo sanitario, stimolati dalla continua ricerca verso una chirurgia meno disabilitante e meno costosa, consentono oggi di eseguire in regime ambulatoriale la quasi totalita’ degli interventi proctologici.

I pazienti possono eseguire i controlli preoperatori nella mattinata dell’intervento, essere operati, e tornare a casa il pomeriggio stesso o, al più tardi, il mattino del giorno successivo.

Gli interventi vengono eseguiti generalmente in anestesia locale, ricorrendo a particolari accorgimenti che consentono di minimizzare i fastidi causati al paziente dalle iniezioni e mirano a prolungare l’effetto antidolorifico per alcune ore nell’immediato periodo postoperatorio. Del resto, la stessa localizzazione anatomica del retto, un tratto del canale alimentare aperto all’esterno e situato al di fuori della cavita’ peritoneale, ben si presta ad una chirurgia poco invasiva.

MALATTIE DEL COLON
  • Stipsi (o stitichezza)
  • Diarrea
  • Disbiosi intestinale
  • Colon irritabile
  • Malattie diverticolare
  • Colite ulcerosa
  • Morbo di Crohn
  • Cancro del Colon
  • Volvolo
  • Colite ischemica
  • Polipi e poliposi familiari
  • Appendicite
  • Occlusione intestinale ( Consulta articolo correlato )
LE MALATTIE DEL RETTO E DELL’ANO